Pescara, Piazza Duca d'Aosta 28
+390852405332
info@igeacps.it

I BAMBINI E IL MARE: BENEFICI E PROTEZIONE DELLA PELLE

bambini mare protezione pelle

I BAMBINI E IL MARE: BENEFICI E PROTEZIONE DELLA PELLE

I BAMBINI E IL MARE: BENEFICI E PROTEZIONE DELLA PELLE

Arriva l’estate e il mare diventa una delle mete preferite delle famiglie: intere giornate all’aria aperta, bagni, giochi… I vantaggi di poter trascorrere il proprio tempo al mare sono tantissimi, sia per gli adulti che per i bambini.
Nonostante l’oggettiva fatica organizzativa di una giornata in trasferta – che prevede cambi di vestitini e costumini, pannolini in quantità, pappe, giochini, annessi e connessi – il mare rappresenta un’occasione per sperimentare un mondo nuovo.

Nuove esperienze sensoriali

Al mare i bambini entrano in contatto con una realtà completamente diversa da quella a cui sono abituati; i loro sensi vengono infatti sottoposti ad una serie di stimoli inaspettati:

  • Tatto: pensiamo alla sensazione della sabbia sulla pelle, alla sua consistenza e a come muta col variare della temperatura nell’arco della giornata, oppure alle attività di manipolazione, e alla possibilità per i più grandicelli di sperimentare giochi, formine e castelli… Tutte esperienze nuove che aprono la possibilità a nuove avventure con mamma e papà;
  • Vista: gli occhi si riempiono di colori più vividi e intensi, che mutano con il trascorrere delle ore;
  • Udito: il rumore del mare è un suono tranquillizzante e rilassante, molto apprezzato da adulti e bambini e tende a conciliare il sonno, favorendo quindi anche i riposini;
  • Olfatto: l’odore della salsedine è caratteristico, sufficientemente intenso da poter essere immediatamente riconosciuto ma non invasivo;
  • Gusto: nonostante i nostri sforzi e le nostre attenzioni, assaggeranno l’acqua e persino la sabbia, porteranno manine e piedini in bocca, lasceranno cadere la pizza per poi raccoglierla e finirla come nulla fosse… sperimenteranno insomma consistenze e “sapori” nuovi, più o meno gradevoli!

I benefici sull’organismo

Andiamo oltre l’aspetto ludico ed esperenziale, e focalizziamo i benefici sull’organismo:

  • l’aria del mare, ricca di iodio, magnesio, potassio e altri importanti minerali, risulta essere un autentico toccasana per i nasini che colano e respirarla equivale a fare un vero e proprio aerosol naturale, in grado di purificare le vie respiratorie e di prevenire i piccoli malanni invernali;
  • l’acqua salmastra è molto utile ai bambini che soffrono di eczemi, dermatite e psoriasi;
  • l’esposizione al sole aiuta la crescita armonica delle ossa, contribuisce ad una più efficace regolazione del sonno e migliora l’umore.

Inoltre, l’esperienza delle nonne insegna che una giornata di mare tende a favorire la crescita dell’appetito e a garantire lunghe dormite notturne a vantaggio di tutta la famiglia.

Protezione della pelle e buonsenso

Bisogna tuttavia ricordare che la pelle va sempre protetta dall’esposizione al sole; questa regola, già preziosa per la salute dell’adulto, diventa fondamentale quando si tratta di bambini.
E’ indispensabile applicare sulla pelle del bambino una crema protettiva con un fattore di protezione molto elevato già prima di uscire di casa, e ripetere l’operazione ogni due ore avendo cura di coprire adeguatamente tutte le parti esposte (orecchie, contorno occhi facendo molta attenzione a non far passare la crema all’interno, manine e piedini, ecc.); inoltre la SkinCancer Foundation consiglia di:

  • nel primo anno di vita, tenere quanto più possibile i bambini al riparo dal sole,
  • controllare sempre l’orario ed evitare l’esposizione nelle ore più calde,
  • coprire e/o riparare i bambini ad alto rischio o con carnagione molto chiara,
  • attenzione all’esposizione al sole se il bambino sta assumendo farmaci (è sempre raccomandabile consultare il pediatra).

Altri piccoli accorgimenti per beneficiare del mare nella massima serenità:

  • aumentare l’esposizione del bambino al sole in maniera graduale di modo da dare anche alla pelle il tempo di abituarsi;
  • far addormentare il bambino in una zona fresca e aerata;
  • l’acqua e l’ombra non sono sufficienti a proteggere la pelle, che deve essere tutelata anche sotto l’ombrellone.

Se vuoi maggiori informazioni sui nostri corsi e per i nostri servizi, puoi contattarci attraverso questo form